I colori della pace abbracciano il sole per comunicare al mondo che dobbiamo vivere nella pace!☮️🌈🌏❤️💙🧡💚💜💛 Il discorso pronunciato da Bergoglio nell’omelia del 08.11.2018 . Buona lettura…un Papa così non l’avremo mai più! Puoi avere difetti, essere ansioso e perfino essere arrabbiato, ma non dimenticare che la tua vita è la più grande impresa del mondo. Solo tu puoi impedirne il fallimento. Molti ti apprezzano, ti ammirano e ti amano. Ricorda che essere felici non è avere un cielo senza tempesta, una strada senza incidenti, un lavoro senza fatica, relazioni senza delusioni. Essere felici significa trovare la forza nel perdono, la speranza nelle battaglie, la sicurezza nella fase della paura, l’amore nella discordia. Non è solo godersi il sorriso, ma anche riflettere sulla tristezza. Non è solo celebrare i successi, ma imparare dai fallimenti. Non è solo sentirsi felici con gli applausi, ma essere felici nell’anonimato. Essere felici non è una fatalità del destino, ma un risultato per coloro che possono viaggiare dentro se stessi. Essere felici è smettere di sentirsi una vittima e diventare autore del proprio destino. È attraversare i deserti, ma essere in grado di trovare un’oasi nel profondo dell’anima. È ringraziare Dio ogni mattina per il miracolo della vita. Essere felici é non avere paura dei propri sentimenti ed essere in grado di parlare di te. Sta nel coraggio di sentire un “no” e ritrovare fiducia nei confronti delle critiche, anche quando sono ingiustificate. È baciare i tuoi figli, coccolare i tuoi genitori, vivere momenti poetici con gli amici, anche quando ci feriscono. Essere felici è lasciare vivere la creatura che vive in ognuno di noi, libera, gioiosa e semplice. È avere la maturità per poter dire: “Ho fatto degli errori”. È avere il coraggio di dire “Mi dispiace”. È avere la sensibilità di dire “Ho bisogno di te”. È avere la capacità di dire “Ti amo”. Possa la tua vita diventare un giardino di opportunità per la felicità … che in primavera possa essere un amante della gioia ed in inverno un amante della saggezza. E quando commetti un errore, ricomincia da capo. Perché solo allora sarai innamorato della vita. Scoprirai che essere felice non è avere una vita perfetta. Ma usa le lacrime per irrigare la tolleranza. Usa le tue sconfitte per addestrare la pazienza. Usa i tuoi errori con la serenità dello scultore. Usa il dolore per intonare il piacere. Usa gli ostacoli per aprire le finestre dell’intelligenza. Non mollare mai … Soprattutto non mollare mai le cose persone che ti amano. Non rinunciare mai alla felicità, perché la vita è uno spettacolo incredibile. (Papa Francesco).

Un

Annunci

Significato della parola fotografia…. scrivere con la luce.💛

La passione per la fotografia mi è venuta quando ho perso mio marito. Lui che era un grande appassionato me la trasmessa attraverso la dimensione in cui si trovano tutti quelli che lasciano il loro guscio qui sulla terra. Io che non avevo mai preso in mano una macchina fotografica in mano, mi sono ritrovata un desiderio fortissimo di iniziare a fotografare tutto ciò che amo di più, la natura, il cielo, la luna ed il sole. Gli uccelli che mi donano sensazione di libertà, la bellezza degli insetti che pensiamo sia ripugnanti, ma hanno disegni è colori perfetti. Le emozioni che dona la fotografia sono così intense da imprimersi nella nostra memoria tanto quanto la imprimono sulla pellicola. Riguardandole ad anni di distanza ci fanno rovere attimi della nostra vita. Come potrei mai dimenticare il mio primo arcobaleno intorno al sole. Nella foto la successione dal primo pomeriggio al tramonto! “Emozione Indimenticabile”❤️

_Il presente è ora non dopo_

Il tempo non si trattiene; la vita è un compito da fare e che ci portiamo a casa. Quando uno guarda e… sono già le sei del pomeriggio.Quando uno guarda ed è già venerdì. Quando uno guarda ed è finito già il mese.Quando uno guarda ed è già finito un anno.Quando uno guarda e già sono passati 50 o 60 anni. Quando uno guarda e si accorge di aver perso un amico.Quando uno guarda l’amore della propria vita andarsene e accorgersi che è tardi per tornare indietro…Non smettere di fare qualcosa che ti piace per mancanza di tempo, non smettere di avere qualcuno accanto a te o di goderti la solitudine.Perché i tuoi figli subito non saranno piú tuoi e dovrai fare qualcosa con questo tempo che resta. In quanto l’unica cosa che ci mancherà sarà lo spazio che solo si può godere con gli amici di sempre, quel tempo che purtroppo non torna più…Prova ad eliminare il “dopo”… dopo ti chiamo… dopo lo faccio… dopo lo dico…dopo io cambio..​.ci penso dopo….Lasciamo tutto per dopo come se il dopo fosse il meglio, perché non capiamo che: dopo il caffè si raffredda…dopo la priorità cambia… dopo l’incanto si perde…    dopo il presto si trasforma in tardi… dopo la malinconia passa…dopo le cose cambiano… dopo i figli crescono… dopo la gente invecchia…dopo le promesse si dimenticano…dopo il giorno é notte…dopo la vita finisce……Non lasciare niente per dopo perché nell’attesa del dopo puoi perdere i migliori momenti, le migliori esperienze, i migliori amici, i migliori amori….. Ricordati che il dopo può essere tardi, il giorno è oggi! Namasté🙏                                    Torino 25/5/2017 rosannadesole.

        L’ipocrisia!!

È “Ipocrisia” lo sdegno dei potenti che si dicono addolorati per i bambini della Siria morti per i gas letali. Sono “Ipocriti” visto che non si sono mai addolorati, per i tantissimi bambini Siriani morti sotto le bombe,che cadono ogni giorno sulle loro teste da qualche anno in quel paese. Trovo “Ipocrisia” lo sdegno delle tante nazioni che oggi professano il loro dolore…] Dov’é lo sdegno che dovrebbero urlare ogni giorno questi “Ipocriti” che governano le nazioni ricche nel mondo. Sono “Ipocriti” per non urlare  il loro dolore a milioni di bambini che muoiono di fame , per i tanti bambini che muoiono di lavoro minorile, per i tanti bambini abusati. “Ipocriti” ecco cosa sono quelli che si sono indignati per i bambini morti in Siria dalle  bombe di gas letali. Cari “Ipocriti” che vi sdegnate solo ora: non ci sono bambini di serie A o serie B, quello che succede a milioni di bambini nel mondo non è un campionato calcistico. Mi vergogno per voi, mi vergogno della vostra “Ipocrisia” per come governate il pianeta senza possedere un briciolo di vera umanità.Per me siete dei poveri “Ipocriti”.!!!                                                 Torino 8/4/2017. Rosanna Desole.

 

I gas venivano già utilizzati nella Prima Guerra Mondiale. La foto sopra è di oggi, quella sotto è di repertorio. Nulla è cambiato!

 

I figli non sono un’arma di ricatto.

Mettiamo sempre in primo piano,noi mamme…… “Dimenticandoci che è grazie hai nostri padri, che con il loro seme ci hanno donato la vita”! È vero che noi mamme facciamo sbocciare e crescere la vita dentro noi. Ma senza i loro semi non ci sarebbe nessuna vita.Questo purtroppo non lo ricordiamo mai,se non in alcune  occasioni.Un mio pensiero va a tutti quei padri ,che per colpa di separazioni della coppia,vengono privati della possibilità di stare vicino ai loro figli che non hanno colpa dei problemi fra genitori.”!!! Mamme tenete separati i vostri diverbi di coppia, lasciate che i figli possano godere della vicinanza e dell’amore dei loro padri. Loro sono i creatori di tutti noi. Grazie a tutti i padri, soprattutto all’universo…Padre di tutta l’umanità.                      Rosannadesole 19/3/2013